Hanno approfittato dell'assenza dei proprietari per mettere a segno il colpo. Nel bottino portato via ci sono soldi, oggetti in oro e armi, tra cui una carabina, una pistola, un fucile e cartucce. È successo nella serata di domenica in Via della Rivolta a San Lucio.
La ricostruzione
Hanno scardinato il portone della casa, hanno messo a soqquadro alcune stanze fin quando non hanno trovato oro, denaro (circa 400 euro) e armi, regolarmente detenute.
Ad accorgersi del raid sono stati i proprietari, appena hanno fatto rientro. Subito hanno chiamato le forze dell'ordine ma dei banditi oramai si erano perse le tracce.
Banditi che hanno approfittato del fatto che gli occupanti non fossero in casa per poter agire indisturbati. In una delle stanze della abitazione hanno trovato le armi, un fucile, una pistola e una carabina, oltre ad alcune cartucce.
Sull'accaduto indagano i carabinieri per cercare di dare un nome e un volto agli autori del furto nella zona bassa della città bovillense. Tra l'altro nell'ultimo periodo si sono registrati diversi colpi tra San Lucio e Scrima. La scorsa settimana ignoti hanno messo a segno un colpo in una casa in via Cerquitello. In un'altra casa poco distante hanno tentato di entrare, ma i proprietari sono stati svegliati dal rumore provocato dalla caduta della maniglia della porta scardinata e i banditi si sono, così, dati alla fuga. Sulle loro tracce si sono messi anche i carabinieri, contattati dai residenti. Compreso di essere stati messi alle strette dai militari, i malviventi sono fuggiti a bordo di una Jeep rubata dalla stessa abitazione dove hanno portato via oggetti in oro e due orologi, oltre a un pantalone. L'auto è stata poi ritrovata a Ceccano.