Un giovane ragazzo libico, per motivi ancora al vaglio degli inquirenti, ha aggredito una donna marocchina di quarantanove anni nel piazzale antistante la stazione ferroviaria di Cassino. In particolare il diciassettenne ha puntato un coltello alla gola della donna minacciandola di morte. A difendere la marocchina è intervenuta sua sorella che nel disarmare il ragazzo è rimasta ferita alla testa.

Il giovane ha allora tentato di liberarsi e fuggire, ma è stato bloccato dai presenti che lo hanno consegnato alla Polfer di Cassino. Il diciassettenne è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria per minacce aggravate e lesioni.