Sabato mattina gli agenti della sottosezione della Polizia stradale di Cassino hanno arrestato un trentaduenne albanese in un'area di servizio lungo l'autostrada. L'arresto è stato effettuato in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Arezzo per espiazione di 6 mesi di reclusione. Il giovane era arrivato sul posto in soccorso di un suo connazionale che aveva urtato un muretto all'interno dell'area di servizio, danneggiando l'autovettura. La pattuglia della Polstrada, durante il normale servizio di vigilanza, ha notato il manufatto danneggiato e ha cercato la vettura che aveva causato il danno. I giovani, alla vista della Polizia, hanno cercato di sfuggire al controllo entrando all'interno dell'autogrill, nascondendosi nei bagni. La manovra però è stata notata da altri agenti della Polstrada che erano appostati in servizio antirapina all'interno dell'area di servizio in abiti borghesi. Dopo circa mezz'ora, visto che i due non uscivano dai bagni, i poliziotti sono intervenuti intimando ai giovani di uscire fuori. Una volta identificati, a carico del trentaduenne è apparso un ordine di carcerazione per espiazione pena emesso dal Tribunale di Arezzo. Il giovane è stato trasferito nella Casa Circondariale di Cassino.