Si finge un corriere che deve consegnare un pacco per una parente che abita nel palazzo ed entra in casa di un'anziana. Questa, una pensionata residente nel centro storico di Atina, finisce per fidarsi: quell'uomo sa troppe cose e troppi nomi e la convince ad ascoltarlo. Una volta entrato in casa, il truffatore dice alla signora che per la consegna del pacco deve pagare 1.800 euro. L'anziana non ha tutti quei soldi e, allora, scatta il "piano b". Il truffatore fa una chiamata: dall'altro capo del telefono una donna che si finge la parente della donna, la destinataria del pacco cioè. La pensionata si convince e arriva a mettere insieme 1.200 euro che consegna al finto corriere. Soltanto nel pomeriggio, al ritorno della parente, la donna apprende di essere stata truffata. Ma ormai è troppo tardi.