Tutti uniti per la tutela dell'ambiente e della salute. I consiglieri comunali di opposizione, Gianni Bernardini, Marco Maddalena, Maurizio Berretta e Marco Valeri avevano chiesto un consiglio comunale ad hoc sull'emergenza ambientale. L'altra sera c'è stata la discussione, in particolare della richiesta avanzata dall'associazione Civis, ed è stata approvata all'unanimità la moratoria sugli impianti per i rifiuti. Un ordine del giorno che impegna il sindaco, la Giunta e gli uffici comunali ad inserire nel redigendo nuovo piano regolatore del Comune di Ferentino PUCG, norme per il divieto di collocazione ed esercizio di nuovi impianti di trattamento e smaltimento di rifiuti solidi urbani, in particolare discariche, termovalorizzatori, TMB e compostaggi, con l'esclusione delle attività di recupero e riciclo delle frazioni differenziate e degli impianti esclusivamente a servizio del fabbisogno della comunità di Ferentino. Il consiglio comunale ha approvato anche un secondo punto: a predisporre e sottoscrivere un protocollo d'intesa con i Comuni limitrofi per una gestione unitaria e coordinata dei procedimenti amministrativi e delle problematiche in materia ambientale.

"È il primo deciso passo di un percorso sicuramente ancora lungo, che Civis seguirà e sosterrà giorno per giorno fino alla sua conclusione, ma è stata aperta ed intrapresa la strada per tutelare concretamente ambiente e salute nel territorio del nostro Comune - sottolineano dall'associazione - Tutti gli appelli finora avanzati, anche da Civis, ai rappresentanti della Regione Lazio affinché dessero corpo alla moratoria sui nuovi impianti, avevano raccolto formali adesioni ma nessuna iniziativa; la città di Ferentino, in tutte le sue componenti civiche, politiche ed amministrative, ha quindi deciso un'azione univoca: la moratoria per il nostro territorio ce la facciamo da soli. Invitiamo i cittadini e le associazioni degli altri Comuni della Valle del Sacco a richiedere e sollecitare i loro organi e rappresentanti comunali a procedere nella direzione indicata dalle istituzioni di Ferentino». L'associazione Civis ringrazia il sindaco Pompeo, la consigliera Timi, e tutti i consiglieri comunali, sia della maggioranza che dell'opposizione, che hanno approvato l'atto dando un segnale chiaro ed inequivocabile per la difesa dagli impatti ambientali dei nuovi impianti per i rifiuti.
Ringraziamo anche l'assessore Martini e l'ufficio Ambiente, che hanno esaminato e recepito la proposta di Civis".