Quattordici furti in cinquantacinque giorni.Se non è record poco ci manca. Il sostituto procuratore Barbara Trotta del tribunale di Frosinone ha chiuso le indagini nei confronti del 24enne Giorgio Ventura di Ferentino, attualmente detenuto nella casa circondariale di Frosinone. Inizialmente indagato per 32 colpi, Ventura, assistito dall'avvocato Mario Cellitti, si è visto ora contestare 14 furti, avvenuti tutti a Ferentino, nel periodo che va dal 30 novembre al 23 gennaio scorsi, quando poi è stato arrestato. L'uomo nel corso dell'interrogatorio ha negato la responsabilità per alcuni dei furti che gli venivano contestati. Per altri ha ammesso la propria responsabilità. A questo punto la difesa ha avanzato richiesta di processo con rito abbreviato condizionato alla perizia psichiatrica. Il giovane è accusato di aver commesso una serie di furti di piccola entità, da un minimo di dieci a un massimo di trecento euro.

In più gli vengono contestati furti di beni, in questo caso per importi decisamente più consistenti. Tra questi ultimi c'è il colpo all'"Impero dei gusti" con il furto del contenuto di tre slot machine, liquori, wodka e champagne e legna da ardere per 10.000 euro non prima di aver danneggiato il sistema della videosorveglianza sradicando dal muro monitor, hard disk e telecamere il 23 gennaio. In un'altra occasione, è sospettato di aver rubato due motoseghe all'interno di un garage di via Casilina, dopo aver forzato le porte del locale. In un'altra occasione è accusato di aver rubato 80 euro in monete dai candelabri della chiesa di Sant'Agata il 7 gennaio. Altri furti il 28 novembre di un blocchetto di assegni sottratto da un furgone parcheggiato, due giorni dopo quando all'interno di una Mercedes fu prelevato un iPhone 4 e il 21dicembre di un altro carnet di assegni, custodito in un'auto. Rubati anche 73 tagliandi vincenti del 10 e lotto dal bar alimentari Fieramonti e 300 euro dalle casse del supermercato Ottimo. Rubati anche una Fiat Punto e dieci euro dal distributore automatico della scuola.