Uno schianto violento, in piena curva, quando era già calato il buio pesto. Un impatto che non ha lasciato scampo a un operaio in pensione della Fiat. È morto sul colpo Rocco Venditti, 63 anni residente ai Fraioli, che viaggiava a bordo della sua Fiat Uno grigia. Lo scontro, avvenuto in circonvallazione Castello, si è verificato intorno alle 19.

Venditti procedeva in direzione Arce centro quando, a un certo punto, si è scontrato, in piena curva, con un suv Kia Sportage grigio, sul quale c'erano padre e figlio di Santopadre. Un impatto terribile, che ha distrutto entrambi i mezzi: l'auto di Venditti, però, è stata completamente smembrata nella parte anteriore e l'uomo è rimasto incastrato all'interno dell'abitacolo. Immediatamente sul posto sono arrivati i soccorsi: i sanitari del 118 hanno dovuto attendere che i vigili del fuoco di Frosinone, arrivati ad Arce, riuscissero ad estrarre il sessantatreenne dalle lamiere. Purtroppo però per lui non c'è stato nulla da fare: inutile ogni tentativo di rianimarlo. È morto sul colpo.

Ferite e contusioni lievi, invece, per il padre e il figlio che erano all'interno del suv e che sono stati comunque trasportati in ospedale. Sul posto, per eseguire i rilievi, sono arrivati i carabinieri della stazione di Arce, coordinati dalla Compagnia di Pontecorvo. Insieme a loro anche una pattuglia dei vigili urbani di Arce.

L'esatta dinamica dell'incidente è ancora al vaglio dei militari che dovranno stabilire cosa è accaduto in quella curva. Secondo una prima e sommaria ricostruzione, comunque, sembra che uno dei due veicoli abbia invaso la corsia dell'altro che non è riuscito ad evitare l'impatto. Il corpo di Rocco Venditti è stato trasferito all'obitorio del cimitero di Arce in attesa dell'arrivo del medico legale. Il sessantatreenne, originario della contrada Fraioli, era separato dalla moglie e aveva figli. Era stato un operaio Fiat e attualmente era in pensione.