Ha raccontato di essere stata anche lei vittima delle "attenzioni" del suo professore. Di quei baci sul collo e abbracci durante i momenti in cui l'uomo, un cinquantottenne, rimaneva da solo con le ragazze. Quattro le studentesse che sarebbero state vittime degli apprezzamenti dell'insegnante, peraltro sposato e padre di famiglia, in quattro distinti episodi che si sarebbero consumati all'interno delle aule di una scuola media di Vallecorsa.

Proseguono gli interrogatori e l'altro ieri, nel tribunale di Frosinone, davanti al gip Francesco Mancini, ha confermato, in sede di incidente probatorio, l'impianto accusatorio anche un'altra ragazza, all'epoca dei fatti minorenne. Accompagnata dai genitori, che si sono affidati all'avvocato Claudia Padovani, la giovane ha confermato i baci e abbracci del docente. Docente per il quale la procura della Repubblica di Frosinone, tempo fa ha chiesto e ottenuto l'interdizione dall'insegnamento per otto mesi.

I fatti, stando alle accuse raccolte dalla Squadra mobile della questura di Frosinone, si sarebbero consumati dal 2011 al 2015. La segnalazione in questura è arrivata dalla scuola, dopo che le ragazze si sono confidate a casa con i genitori. Anche attraverso video e fotografie sarebbe stato confermato l'impianto accusatorio. Il professore avrebbe approfittato di momenti in cui rimaneva solo con le studentesse o forse li avrebbe creati lui stesso con delle scuse. Ed in quei momenti - sostiene la Procura - avrebbe approfittato del suo ruolo per apprezzamenti sull'aspetto fisico delle allieve, o anche per toccarle e baciarle sul collo.

Sempre nel corso delle indagini sono stati sequestrati i computer utilizzati dal cinquantottenne e altro materiale alla ricerca di eventuali foto o file. Mercoledì pomeriggio, dunque, nel tribunale di Frosinone, è stata ascoltata un'altra giovane che, sempre stando alle accuse, sarebbe stata vittima delle attenzioni del professore.