Ruba seicento euro dalla borsa di un'impiegata del Centro per l'Impiego del capoluogo, ma viene incastrato da un particolare inconfondibile che consente alle autorità di risalire immediatamente alla sua identità. È una mattina come tante di continuo via vai di persone. La Squadra Volante della Questura interviene presso il Centro Impiego della Provincia in seguito a segnalazione di un furto di 600 euro subìto da una dipendente. Le banconote sono state prelevate dalla borsa della donna durante l'orario lavorativo. Gli agenti visionano le immagini del circuito interno di sorveglianza ed estrapolano il fotogramma incriminato: si nota un ragazzo dall'apparente età compresa tra i 20 e i 25 anni che si dirige verso la borsa della signora, trafuga le banconote e indisturbato si avvia verso l'uscita. Da un'attenta analisi del filmato gli agenti notano che la mano sinistra che ha commesso l'azione illecita presenta una menomazione. La "firma d'autore" lasciata sul furto porta ad identificare il giovane, un ventiduenne del capoluogo, per il quale scatta la denuncia per furto aggravato. Un'operazione fulminea quella degli agenti della Squadra Volante della Questura di Frosinone che ha portato in poco tempo all'individuazione dell'autore del furto commesso in danno della donna.