Un nuovo tracciato per superare le osservazioni della Soprintendenza e realizzare la strada di collegamento tra viale Olimpia e viale Michelangelo a servizio dello stadio "Benito Stirpe" per una più agevole gestione dell'ordine pubblico.
È quanto emerso ieri dal tavolo tecnico convocato dall'assessore ai lavori pubblici Fabio Tagliaferri cui hanno preso parte il sostituto commissario Stefano Mancini e il sostituto commissario Pierluigi Di Vittorio in rappresentanza congiunta della Questura e della Prefettura, la dottoressa Maria Luisa Spaziani, delegata della "Turriziani Diffusione srl" (il privato che dovrebbe realizzare l'intervento a sue spese), coadiuvata dall'architetto Enzo Giansanti, l'avvocato Aldo Ceci e Antonio Ciuffarella per la Tis srl, il dirigente del settore lavori pubblici del Comune di Frosinone, architetto Elio Noce, e l'ingegner Benito Caringi, funzionario del medesimo settore. Erano assenti, benché invitati, sia la Regione Lazio, sia la Soprintendenza.
L'idea è quella di modificare la parte finale del tracciato (dalla parte di viale Michelangelo) in maniera tale da non intaccare il "bosco", tutelato dal vincolo fatto valere dalla Soprintendenza in fase di valutazione del progetto. In questi modo si riuscirebbe a contemperare le richieste di Prefettura e Questura con le osservazioni della Soprintendenza. Tempi di realizzazione? L'impegno è quello di avere la strada disponibile per l'inizio della prossima stagione calcistica.
«Ringrazio tutti gli enti e i soggetti che a vario titolo hanno raccolto l'invito del Comune di Frosinone, partecipando fattivamente ad una riunione il cui scopo era quello di trovare una soluzione all'impasse della realizzazione della strada» ha detto l'assessore ai lavori pubblici Fabio Tagliaferri. «La situazione è stata analizzata in profondità - ha concluso l'assessore Fabio Tagliaferri - e sono state messe sul tavolo alcune idee che rappresentano un importante punto di partenza».