Ladri in chiesa al Giglio, rubati i soldi delle candele. Ad accorgersi del gesto il parroco e le "perpetue". Sul posto i carabinieri che hanno avviato le indagini. Tanta l'amarezza: chi ha agito non era certo un disperato. Furto al bar dello sport in viale Giglio. I ladri hanno agito dopo l orario di chiusura. Hanno forzato ed aperto la porta del locale. Una volta dentro hanno prelevato il cambiamonete che era vicino alle slot machine. Al suo interno oltre 1500 euro. Ma andiamo per ordine. Chiudere le chiese. È forse questa la soluzione? Se lo chiedono i parroci ma anche i fedeli.

Aumentano purtroppo i furti nella casa del Signore. Proprio sotto Natale, sempre a Veroli, ignoti trafugarono dai Cappuccini due tele di Sante poi restituite. Lo scorso anno a Strangolagalli un minorenne, fortunatamente rintracciato e fermato dai carabinieri, fece sparire tre pissidi con all'interno le ostie consacrate. Nella chiesa della Madonna del Giglio i ladri sono entrati in azione lunedì mattina, tra le 9 e le 11. Il parroco, don Stefano, accompagnato da altri parrocchiani, si era recato nella vicina chiesa di San Michele (a Sant'An - gelo in Villa) per seguire alcuni lavori. Ma la parrocchia non era abbandonata.

Un piano studiato nei minimi dettagli ha però permesso ai malviventi di agire indisturbati. Una volta in chiesa, con l'abilità estrema di chi sa quello che fa, hanno iniziato a scardinare le cassette delle candele posizionate sotto i Santi e davanti alla Madonna. Nel bottino solo qualche moneta. Maggiore invece il danno. Ad accorgersi del disordine sono stati proprio don Stefano e alcune parrocchiane addette alla pulizia. Tanta l'indignazione.

Chi ha agito non lo ha fatto certo per necessità. «Dobbiamo iniziare a chiudere le nostre chiese?». Si interroga ora il parroco. Il furto è stato denunciato ai carabinieri. Sono aumentati i controlli delle forze dell'ordine, ma la paura resta.

L'altro colpo

Furto al bar dello sport in viale Giglio. Sempre l altra notte sono sparite le due targhe di un'auto parcheggiata nei pressi del locale. Con ogni probabilità prese dai ladri del bar. Solo ieri mattina il proprietario ha sporto denuncia ai carabinieri.