Aggredita dal cane che la morde al viso e a un orecchio: bambina di 7 anni trasferita all'ospedale pediatrico "Bambino Gesù". L'episodio si è verificato ieri mattina. Intorno alle 12 la bambina, che vive a Settefrati con la famiglia, è arrivata al pronto soccorso del SS. Trinità con vistose ferite sul volto e sul collo. I genitori hanno riferito ai medici che la piccola era stata morsa da un cane, un meticcio che era fuori casa. Non un randagio, quindi, ma un cagnolino che la famiglia aveva adottato.

Immediatamente i medici del nosocomio sorano hanno prestato le prime cure alla bambina, alla quale sarebbero stati praticati alcuni punti di sutura. Nel primo pomeriggio di ieri, però, i medici avrebbero deciso di trasferirla all'ospedale Bambino Gesù di Roma, a causa della profonda lesione riscontrata all'orecchio. Secondo quanto è stato possibile apprendere, infatti, la decisione sarebbe scaturita dal punto, delicato, in cui il cane avrebbe aggredito la bambina. Al momento, però, le sue condizioni non sarebbero gravi e la piccola non correrebbe pericolo di vita.

Nelle prossime ore, comunque, sarà importante scongiurare eventuali infezioni che potrebbero derivare dal morso del cane. La pericolosità degli amici a quattro zampe molto spesso arriva dal tipo di razza o dal grado di confidenza che si ha con l'animale: in alcuni casi è difficile ipotizzare o, quanto meno, immaginare che la reazione di un animale porti a un'aggressione. E, quando si tratta di una razza particolarmente pericolosa, ecco che si può incorrere in ferite anche mortali. Sono molti i corsi che le associazioni di settore organizzano durante l'anno per addomesticare i cani, per fornire un linguaggio loro comprensibili fatto di doveri ed obblighi: l'animale deve riconosce il padrone per poter essere guidato a non sbagliare.