Spacciatori che bussano come "postini" e stratagemmi sempre più ingegnosi. E anche quando la droga diventa difficile da reperire o, al contrario, è impossibile muoversi da casa, ecco che arrivano soluzioni capaci di risolvere ogni problema.

Domenica sera gli agenti del Commissariato erano impegnati a controllare i soggetti sottoposti agli arresti domiciliari quando hanno sorpreso un ventenne, "pony express degli stupefacenti", proprio mentre stava consegnando alcune dosi di cocaina a un trentaquattrenne, in cambio di denaro. Il ragazzo, secondo la ricostruzione degli investigatori, aveva portato direttamente a casa del suo cliente - ai domiciliari - le dosi di cui aveva bisogno, essendo impossibilitato a muoversi da quel luogo. I poliziotti hanno così sequestrato la cocaina, il denaro ritenuto provento dell'illecita attività e un bilancino di precisione, nonché l'autovettura con cui il giovane dell'hinterland si era recato a Cassino per spacciare.

Per il ragazzo sono immediatamente scattate le manette. Per l'uomo, invece, già sottoposto alla misura cautelate degli arresti domiciliari, invece, c'è stata la segnalazione alla Prefettura di Frosinone per detenzione a uso personale di sostanze stupefacenti. Riemerge con prepotenza il dato evidenziato nei giorni scorsi. Sempre più spacciatori si muovono dall'hinterland per rifornire la piazza cassinate rimasta "a secco", o comunque in grande difficoltà, dopo la maxi retata di qualche settimana fa.

Venerdì sera, infatti, sempre la polizia aveva arrestato un pusher proveniente da Aquino. Gli agenti erano impegnati nei controlli in piazza Labriola quando il fiuto dei due cani poliziotto, Yago e Yamil, li ha portati dritti verso un giovane trentenne. L'uomo è stato trovato in possesso di diversi pezzi di hashish per un peso complessivo di 40 grammi. Dopo la perquisizione domiciliare presso la sua abitazione, sono stati rinvenuti altri 18 grammi di hashish e un bilancino di precisione. Anche per lui l'arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.