Aveva tentato una rapina e minacciato i dipendenti di un noto negozio di profumi di Frosinone. I fatti contestati risalgono all'anno 2013 e si sono verificati in un'attività della parte bassa del capoluogo ciociaro. Condannato a un anno A.F.S, un quarantacinquenne residente nella città di Ferentino. Per l'uomo, l'altro ieri, si sono aperte le porte del carcere di Frosinone. Ordinanza eseguita dai carabinieri di Ferentino. Il ferentinate, nel corso degli ultimi anni, è finito nei guai anche per altri reati, tra cui rapina e spaccio e a suo carico ha inoltre precedenti penali contro la persona.

La ricostruzione
Circa dieci anni fa ha tentato una rapina a una profumeria del capoluogo. Ha fatto irruzione minacciando i dipendenti. Per quell'episodio è finito ora nella casa circondariale di Frosinone dove deve scontare un anno di pena. Diversi i reati di cui si è reso protagonista il quarantacinquenne negli ultimi anni, tra cui rapina, spaccio, detenzione abusiva di armi, inosservanza dei provvedimenti dell'autorità. E ancora sono pendenti a suo carico procedimenti penali, alcuni dei quali con condanna ancora non definitiva per vicende di vario genere. Vicende che lo hanno visto protagonista anche lo scorso anno, quando ha violato la misura di avvicinamento alla moglie. Pertanto era stato arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari. L'altro ieri l'esecuzione della misura detentiva da parte dei carabinieri di Ferentino, in quanto il quarantacinquenne deve scontare una pena di un anno per la tentata rapina nel 2013 in un esercizio commerciale del capoluogo ciociaro. L'uomo, difeso dall'avvocato Mario Cellitti, è stato quindi tradotto nella casa circondariale di Frosinone.