Rischia il processo per omicidio stradale A.D.A., il settantaseienne di Anagni, alla guida dell'auto che il 19 settembre del 2022 ha travolto Laura Mauri, originaria di Vallecorsa, residente a Veroli. Per la settantaduenne ogni tentativo di soccorso è stato inutile.
L'incidente sulla superstrada "Sora-Ferentino", all'altezza di Alatri. La donna, che era scesa dalla sua Fiat Panda, dopo un tamponamento con una Ford Focus condotta da un sessantaduenne di Boville Ernica, è stata investita dall'altro veicolo che sopraggiungeva, guidato appunto dall'anagnino, ed è morta sul colpo.

La ricostruzione
Stando a una prima ricostruzione dei fatti una Ford Focus, guidata dal bovillense, e con la compagna sul lato passeggero, una cinquantaquattrenne, ha tamponato la Fiat Panda condotta dalla settantunenne. Quest'ultima è scesa dalla sua macchina per annotare la targa posteriore della Focus ed è stata travolta da una Smart guidata dal settantaseienne e con bordo una settantunenne.

Inutili i soccorsi per Mauri. Il personale medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Sul posto sono arrivati gli operatori del 118 con le ambulanze, i carabinieri e i vigili del fuoco.
Oltre alla passeggera della Smart, in ospedale sono stati portati anche il settantaseienne e gli occupanti della Ford Focus.

Per fare luce sull'incidente è stata effettuata anche una ricostruzione cinematica. I tecnici intervenuti sulla "Sora-Ferentino" all'altezza del territorio di Alatri, hanno potuto fare uso di sofisticate apparecchiature e anche di un drone per la ricostruzione cinematica dell'incidente.
Ora la richiesta di rinvio a giudizio per il settantaseienne di Anagni. L'uomo, per la sua difesa, si è rivolto all'avvocato Giampiero Vellucci. Rischia il processo per l'accusa di omicidio stradale.