Al lavoro su arterie focali del territorio verolano. Una panoramica chiara dei cantieri all'attivo e di quanti partiranno a breve nel campo della viabilità, ci arriva dall'assessore ai Lavori pubblici, Augusto Simonelli.
«La messa in sicurezza del territorio è un punto centrale della linea amministrativa che contraddistingue il nostro operato. Per questo, è in programma una serie importante di interventi da realizzare con il settore tecnico della Provincia che prevede la pulizia delle cunette, la pulizia di fossi e argini tale permettere un adeguato deflusso di acqua oltre alla messa in sicurezza di scarpate e pareti sensibili.

I lavori sono già partiti in alcune zone e prenderanno il via a breve in altri punti. Attualmente si sta intervenendo lungo via Verolana sia nei pressi dell'imbocco di via Currivè; lungo la stessa strada si lavorerà con procedure "ad hoc" anche prima del bivio per la contrada La Vittoria. Fra le arterie per le quali sono in calendario le opere, ne sono state individuate di importanti nella parte bassa del nostro territorio comunale, ovvero la strada che conduce alla Città bianca, e al Giglio e nella zona di Colle Capito. La nostra idea di Amministrazione ci ha portato e ci porta a programmare opere capillari sul territorio, sia che richiedano l'azione diretta del Comune, sia che coinvolgano e interessino gli enti superiori.

Quelle sopra elencate sono strade provinciali per i cui interventi abbiamo operato in sinergia con il comparto tecnico della Provincia, analizzando le diverse criticità e stabilendo il piano di azione migliore in termini di tempi e interventi. Si tratta dunque di lavori di collaborazione come già fatto con l'Astral, che ci permettono di garantire alla rete viaria una funzionalità organica e un assetto sicuro. La crescita del territorio - conclude l'assessore Simonelli - passa attraverso la sinergia tra gli enti e il contributo di tutte le parti in causa, affinchè nessuna zona resti indietro. Questa modalità ci ha consentito di migliorare sensibilmente la viabilità a Veroli e di mettere in campo alcuni progetti di rilievo».