Un rumore fortissimo avvertito tra la mezzanotte e l'una, sabato notte. Molti hanno pensato che quel boato fosse legato a un festeggiamento in corso, qualche grosso petardo "avanzato" da Natale e Capodanno, acceso al culmine di una festa privata.

Invece il rumore era proprio quello della deflagrazione che ha danneggiato il centro anziani di Villa Santa Lucia, che si trova a Piumarola in via San Giacomo Apostolo. Qualcuno, infatti, ha fatto esplodere un grosso petardo (questa l'ipotesi più accreditata, meno quella di una bomba carta) danneggiando il vetro del portone dell'importante centro di ritrovo e anche l'insegna. A scoprire l'accaduto sono stati gli stessi cittadini ieri mattina: recandosi nella sede di Piumarola hanno notato il danneggiamento e i vetri rotti, tutti elementi che hanno fatto pensare a un atto vandalico. Il sindaco Orazio Capraro, raggiunto dalla notizia, si è recato subito sul posto portando la sua solidarietà al presidente e ai membri del centro anziani.

Allertati i carabinieri, saranno loro a ricostruire cosa sia accaduto. Utili anche le telecamere di sorveglianza che serviranno a identificare gli autori del gesto. Intanto anche il gruppo "Progetto per Villa Santa Lucia" ha puntato il dito contro l'atto vandalico che per fortuna non ha coinvolto nessuno dei membri né alcun passante. «Ciò che è accaduto nella notte è di una gravità immensa» hanno scritto sulla loro pagina Facebook. L'esplosione registrata «nei pressi del centro anziani di Piumarola ha causato danni e spavento ai cittadini. Ringraziamo le forze dell'ordine per il lavoro che stanno svolgendo ed esprimiamo la nostra solidarietà al presidente, ai suoi collaboratori e a tutti gli iscritti del centro anziani» hanno sottolineato.