Deposito e smaltimento dei rifiuti: controlli sugli scarti indifferenziati e nelle mini isole ecologiche a servizio dei condomini. Sono in corso le operazioni di verifica per garantire il rispetto delle regole e soprattutto assicurare tagli alle spese e salvaguardia dell'ambiente. 
Da due mesi, ormai, i rifiuti indifferenziati devono essere depositati negli appositi mastelli, una modifica organizzativa utile a garantire la riduzione dei costi del servizio, pertanto si sta procedendo solo ai ritiri effettuati regolarmente. Inoltre, per evitare il dilagare del fenomeno dei depositi selvaggi presso le mini isole a servizio del condomini, si controllano le registrazioni delle videocamere per individuare i trasgressori e multarli.

Ad annunciare la stretta sui trasgressori è l'assessore all'ambiente Elisa Guerriero, da sempre è impegnata per garantire il miglioramento del servizio, il potenziamento della raccolta differenziata e la sensibilizzazione degli utenti sul tema dei rifiuti. «Da fine novembre non si raccoglie l'indifferenziato senza adeguato mastello - spiega l'assessore - una modalità necessaria per effettuare le letture dei conferimenti. Dopo le prime iniziali reticenze, aumenta il numero delle letture e quasi la totalità degli utenti utilizza ormai il mastello. Terminata questa fase, ora partiranno i controlli su coloro che non utilizzano il mastello per comprendere se sono utenti non iscritti al ruolo Tari o utenti che non hanno avuto modo di ritirare il mastello o non hanno compreso cosa si debba fare».

Una questione che tocca direttamente le tasche dei cepranesi: «Per calmierare la Tari e renderla equa - sottolinea la Guerriero - bisogna allargare la base degli utenti ai quali viene effettuato il servizio, quindi un elemento imprescindibile, oltre la percentuale di rifiuto differenziato, è l'incremento degli utenti. Le verifiche serviranno appunto per controllare puntualmente chi contravviene e per quale motivo lo fa. Nel frattempo - conclude l'assessore - procediamo con i controlli alle mini isole ecologiche, attraverso le fotocamere, per individuare i trasgressori che infrangono le regole compromettendo decoro ed ambiente».