Il luogotenente dei carabinieri Luciano Di Iorio e comandante della stazione di Alatri va in pensione. Arruolato nell'arma dei carabinieri nel 1978 ha frequentato il corso di formazione della scuola allievi di Roma. Terminato il corso di formazione, appena diciottenne, è stato destinato alla stazione carabinieri di Filettino. Negli anni 1981/1983 ha frequentato il corso allievi sottufficiali nelle scuole di Velletri e Firenze per poi essere impiegato prima nella stazione carabinieri di Monterotondo, in provincia di Roma, come sottufficiale in sottordine, e successivamente come capo equipaggio presso i nuclei radiomobile di Monterotondo, Sora e Alatri. Nel 1992 ha assunto il comando della Stazione carabinieri di Boville Ernica e, dal 2016 fino al termine del suo servizio attivo, ha ricoperto l'incarico di comandante della stazione di Alatri, dove nel corso degli anni ha conseguito ottimi risultati operativi, riscuotendo riconoscimenti dalla cittadinanza e dai superiori.

Durante la breve e sentita cerimonia di commiato, tenutasi nei giorni scorsi, il comandante provinciale colonnello Gabriele Mattioli, ha voluto esprimere al luogotenente Luciano Di Iorio, a nome dell'arma dei carabinieri, i sentimenti di stima e di partecipata gratitudine per il senso del dovere e l'attaccamento all'istituzione dimostrati in questi anni, ed in particolare nel periodo in cui ha ricoperto il prestigioso e delicato incarico di comandante della stazione di Alatri.

«Sono onorato di aver dato il mio contributo nell'arma dei carabinieri per ben quarantacinque anni, sempre al servizio del cittadino e a supporto dei colleghi più giovani. All'arma dei carabinieri devo tanto». Sono state queste le parole pronunciate dal luogotenente Di Iorio durante il saluto di commiato.

Al termine della cerimonia, dopo il brindisi, il colonnello Mattioli, il comandante della Compagnia di Alatri, capitano Rosano Leonardo, e tutti i colleghi, hanno espresso al luogotenente i più fervidi auguri per un sereno avvenire, affinché possa essere foriero di ulteriori soddisfazioni.