La poca neve caduta qualche giorno fa a Campo Staffi? Un ricordo. È bastata un po' di pioggia, nebbia e innalzamento di qualche grado della temperatura per dissolvere "l'oro bianco". A qualche giorno dall'assegnazione provvisoria (si dovrà valutare la documentazione presentata dalla ditta) della gestione della stazione sciistica di Filettino ecco la doccia fredda: scomparsi totalmente i pochi centimetri di neve caduta nell'ultimo periodo. È vero che sta per arrivare, a breve, una perturbazione che dovrebbe portare neve, ma quanta?

Per poter aprire gli impianti non ci si può accontentare di qualche decina di centimetri ma molta di più per poter garantire di sciare in sicurezza e in tempi di vacche magre anche quella poca che c'era faceva comodo. Insomma la stagione non promette niente di buono anche se l'anno scorso la stazione sciistica filettinese ha aperto proprio in questo periodo e precisamente il 21 gennaio. Non bisogna disperare anche se sicuramente la stagione è molto avanti perché qualcosa si potrebbe recuperare durante il periodo di Pasqua che quest'anno cade "bassa", il 31 marzo 2024. È vero che la speranza è l'ultima a morire, però con queste pazze stagioni programmare diventa impossibile anche per i più ottimisti.