I carabinieri della sezione radiomobile della compagnia di Cassino sono intervenuti all'interno dell'abitazione di un quarantacinquenne del luogo, già noto alle forze dell'ordine, per un tentativo di suicidio segnalato al Nue 112 dai propri familiari e dal personale sanitario del 118 già intervenuto. 

All'arrivo i carabinieri hanno trovato l'uomo con una siringa nel braccio che in evidente stato di agitazione, causato da una crisi di astinenza, pronunciava frasi sconnesse minacciando di uccidersi.

Dopo diversi tentativi, i militari sono riusciti, comunque, a far desistere l'uomo dall'insano gesto togliendoli la siringa dal braccio e consentendo ai sanitari di effettuare un primo intervento. Il quarantacinquenne però, repentinamente, è riuscito a divincolarsi cercando di raggiungere il balcone per lanciarsi nel vuoto, venendo prontamente bloccato dai militari e affidato nuovamente al personale del 118 che lo ha trasportato con ambulanza al pronto soccorso di Cassino per le cure del caso.