Esplodono petardi davanti alla porta di un negozio, allarme in funzione e a rischio il locale. Il proprietario dell'attività commerciale si sfoga sui social, condannando il gesto incivile ma soprattutto sottolineando la sua pericolosità.

Il fatto è accaduto nel centro di Arnara nella notte di Capodanno, ai danni di un esercizio commerciale, davanti alla porta del quale sono stati esplosi petardi. L'allarme si è innescato attivando il combinatore telefonico ed è stato messo a rischio il negozio in quanto le scintille avrebbero potuto causare un incendio. Un episodio spiacevole, che inevitabilmente ha determinato la reazione dell'esercente e i commenti di condanna del gesto da parte degli utenti di Facebook.

«Ringrazio molto quei "signori" - ha scritto il commerciante - che nella notte del 31 gennaio, fino alle 5 del mattino, hanno esploso petardi davanti alla porta del mio negozio, mettendo in pericolo la sicurezza dell'attività stessa e senza neppure preoccuparsi dell'antifurto che suonava ripetutamente e mi chiamava a casa. Assurdo».

Comprensibile la rabbia dell'esercente e gravissimo il comportamento degli incivili, che avrebbero potuto esplodere i petardi in sicurezza, evitando di farlo vicino ai negozi. Sicuramente si saranno resi conto di quanto stava accadendo, perchè l'allarme dovrebbero averlo sentito. Purtroppo, l'euforia del Capodanno deve aver abbassato i livelli di attenzione, facendo perdere di vista la sicurezza soprattutto dei beni altrui. L'ultimo dell'anno è segnato sempre da incidenti legati all'esplosione irresponsabile dei botti e neppure i tristi episodi accaduti riescono a fermare gli irresponsabili.