Ha il volto dolcissimo di Francesco Maria Fernandes il primo nato dell'anno nuovo nell'ospedale "Santa Scolastica" di Cassino. Maschio anche l'ultimo nato il 31 dicembre 2023, Matteo.

E per Francesco Maria il reparto di Ostetricia e Ginecologia ha confezionato una speciale copertina rossa per avvolgerlo appena giunto in stanza.

Il piccolo, secondogenito di papà Ivo e mamma Anna Aceti, due giovani del comune di San Vittore del Lazio, per la gioia della sorellina Dalila Maria, è venuto alla luce ieri mattina alle 10,38 nella sala operatoria, dove è stato effettuato il parto cesareo come previsto. Tre chili e quarantotto centimetri di pura gioia.

A seguire la mamma per tutti i nove mesi il dottor Flavio Giannini, che ieri mattina ha eseguito l'operazione chirurgica con l'equipe medica e infermieristica di sala operatoria. "Sono stata sostenuta e aiutata minuto dopo minuto da tutto il personale in quei momenti di attesa e trepidazione. Avere accanto il mio ginecologo ed essere coccolata da tutti ha reso il parto più facile e sereno", racconta la signora Anna.

Il reparto di Ostetricia e Ginecologia, diretto dal direttore Paolo Petrucci e dalle coordinatrici di Infermeria Giovanna Calcagni e di Ostetricia Sandra Zarli, intanto, si preparava da giorni all'evento e ha accolto Francesco Maria con una culla e una copertina in perfetto stile Capodanno, rossa, con la scritta "Primo nato Cassino 2024".

"Anche qui mi sono sentita accolta da tutte le ostetriche e le infermiere, che mi hanno seguita con dolcezza e con professionalità, facendomi sentire sempre in mani sicure", ha detto la neo mamma. Accanto a lei, emozionato il papà del piccolo Francesco Maria, Ivo, che a sua volta non trattiene l'emozione e parla di un ambiente attento e scrupoloso.

Il reparto di Ostetricia e Ginecologia ha chiuso in positivo l'anno 2023 quanto a nascite: nell'anno appena passato sono nati più bambini del 2022. L'ultimo a venire alla luce è stato un altro maschietto di quasi quattro chili, Matteo, nato da due genitori di Capriati al Volturno, della provincia di Caserta.

L'unità operativa diretta dal dottor Petrucci sta investendo molte energie e risorse per rendere il reparto sempre più accogliente. Risale a poco tempo un convegno sull'importanza dell'allattamento al seno.