Il conducente dell'autocarro coinvolto nell'incidente dello scorso 16 dicembre in cui ha perso la vita Melinda Deak è indagato per omicidio stradale. Il magistrato del tribunale di Frosinone, accogliendo le tesi degli investigatori dell'Arma, ha infatti deciso per l'apertura di un fascicolo. Il sessantunenne anagnino, alla guida dell'autocarro scontratosi frontalmente con la Nissan Micra della sfortunata Melinda, si vedrà recapitare i documenti di rito. La dinamica del sinistro, al vaglio dei carabinieri di Anagni, sarà essenziale per le conclusioni delle indagini.
Come si ricorderà, l'incidente si è verificato lungo la via Casilina, all'altezza del km 61.700, in località Osteria della Fontana.

La quarantasettenne Melinda Deak, alla guida della sua utilitaria diretta verso Frosinone, si è scontrata con l'autocarro che viaggiava nell'opposto senso di marcia, in un tratto successivo ad una curva. L'urto è stato violentissimo e tutti e due gli automezzi sono finiti fuori strada, praticamente distrutti. Nello scontro sono rimasti feriti il conducente del camion e un'altra persona che viaggiava con lui. Purtroppo non c'è stato niente da fare per Melinda, compagna di un geometra della città dei papi e madre di un bambino. I due uomini rimasti feriti sono stati ricoverati in ospedale: il conducente elitrasportato all'Umberto Primo di Roma, l'occupante che viaggiava sul sedile anteriore trasportato in ambulanza allo "Spaziani" di Frosinone.