Rientra alle quattro del mattino a casa, trova i ladri, gira le spalle e se ne va. È successo ad un giovane cepranese nelle primissime ore del mattino di ieri, rientrato nella sua villa di Collefrattuccio. Ha aperto il portone e si è trovato di fronte tre persone incappucciate. Almeno un altro era al piano di sopra da cui provenivano rumori.

A quel punto ha pensato che non fosse opportuno intervenire: erano troppi, sarebbe stato rischioso affrontarli da solo, tra l'altro i malviventi potevano anche essere armati e la situazione sarebbe potuta degenerare, per cui si è girato ed è andato via. Ha raggiunto la casa dei genitori, nel frattempo ha richiesto l'intervento dei carabinieri e quando sono giunti i militari è rientrato a casa, ma chiaramente i ladri si erano dati alla fuga.

Sono entrati forzando la finestra del bagno, senza fare troppi danni. Hanno rubato due orologi e pochi euro.
Sempre nella stessa notte la banda ha colpito anche in un'altra villa situata a poca distanza, sulla stessa strada, dove hanno rubato alcuni oggetti di valore, ma anche in questo caso il bottino è stato magro. Dunque, nella notte fra sabato e domenica scorsa il quartiere Collefrattuccio è stato preso d'assedio dai ladri, ormai senza scrupoli, non temono neppure l'arrivo dei padroni di casa di fronte ai quali addirittura non fuggono. Certo, in cinque contro uno è facile non aver paura ed il giovane ha fatto bene andare via, avrebbe rischiato troppo, per cui ha avuto la freddezza e la determinazione di fare la scelta giusta per evitare gravi conseguenze: una scelta non facile davanti a malviventi che violano la casa e la proprietà privata, ma l'unica per tutelare la propria incolumità.

Nel periodo che precede le feste il rischio di furti è alto, per cui è bene prestare attenzione e adottare tutte le misure di sicurezza a disposizione, avvisando le forze dell'ordine quando si notano presenze sospette.