Si è presentato all'appuntamento con i bambini a bordo del pullman, ma aveva la patente scaduta e dunque non poteva guidare. Ci hanno pensato i poliziotti del commissariato di Sora a bloccarlo prima che partisse con la scolaresca al seguito. E a multarlo adeguatamente.
Un'operazione frutto dell'accordo tra la polizia di Stato e il ministero dell'istruzione e del merito sui controlli per rendere più sicuro il trasporto scolastico in occasione dei viaggi d'istruzione.

Giovedì mattina gli agenti del distaccamento della polizia stradale di Sora, dopo aver ricevuto la richiesta di una scuola, ha effettuato i previsti controlli per la verifica dell'idoneità del pullman e dell'autista che avrebbe dovuto portare i bambini della scuola dell'infanzia al "Villaggio di Babbo Natale" di Cassino. Durante il controllo è stato riscontrato che l'autista aveva la patente di guida scaduta, per cui veniva contravvenzionato ai sensi del codice della strada, con il ritiro immediato della patente.

L'intervento dei poliziotti non ha comunque mandato all'aria la gita scolastica. Poco dopo, infatti, è arrivato un altro autista, a sua volta controllato e risultato in regola, e i bambini sono partiti regolarmente per la loro meta.
Analogo episodio ieri, quando gli agenti del distaccamento della polizia stradale di Sora hanno proceduto al controllo di un altro pullman che stava per partire per una gita scolastica riscontrando che il bus aveva i pneumatici non conformi a quanto indicato sulla carta di circolazione, che è stata ritirata. Con l'arrivo di un secondo pullman, i bambini, anche in questo caso di una scuola d'infanzia, hanno potuto iniziare il viaggio.

Soddisfatte per i controlli effettuati dalla polizia le famiglie dei piccoli scolari che plaudono alle verifiche costanti e puntuali sui mezzi di trasporto e sui conducenti. E di certo l'attesa di qualche minuto per controllare che tutto sia a posto vale la sicurezza dei bambini e la tranquillità delle loro famiglie.