Nei giorni scorsi i vigli del fuoco sono intervenuti a Vallecorsa in località Forcella "La Pica" per il recupero di un bovino finito accidentalmente in un pozzo profondo circa 6 metri, utilizzato come raccoglitore di acqua piovana in alta montagna per l'abbeveramento del bestiame.
La presenza dell'animale, coperto in buona parte dal fango, è stata segnalata dal proprietario nel primo pomeriggio del 22 Novembre con chiamata al numero unico di emergenza 112.
La squadra dei vigili del fuoco giunta sul posto (5 unità e 2 mezzi) si è calata nel pozzo e ha liberato dal fango il bovino che è stato assicurato con delle corde al fine di impedire all'animale di sprofondare ulteriormente.

Una volta garantire le condizioni di sicurezza, i vigili del fuoco hanno accompagnato il veterinario all'interno del pozzo per le prime visite mediche.
L'animale, visibilmente provato e spaventato è apparso in buone condizioni di salute.
Il primo tentativo di recupero, previsto per il giorno 23 tramite elicottero Drago dei vigili del fuoco e squadra Saf (Spelo Alpino Fluviale), non è stato possibile a causa del forte vento presente sulla zona che non garantiva il recupero in sicurezza.

Il bovino comunque è stato costantemente monitorato dal personale vigili del fuoco e dal veterinario presenti sul posto.
Il recupero è stato effettuato alle ore 13 dello scorso 24 novembre tramite elicottero e squadra Sas, che ha assicurato il bovino tramite uno speciale imbrago per il recupero di animali di grossa taglia che è stato agganciato al cavo dell'elicottero partito dalla base di Ciampino.
L'animale è stato trasporto fino ad un punto sicuro, dove, libero dall'imbrago, è stato affidato al proprietario.