Arrestato un ventiduenne della provincia di Roma. Nel tardo pomeriggio del primo novembre, nell'ambito dei servizi di controllo del territorio coordinati dalla compagnia di Frosinone, finalizzati alla repressione dei reati predatori, i carabinieri della stazione di Ripi hanno arrestato per ricettazione e utilizzo fraudolento di carta di credito un ventenne residente a Zagarolo, gravato da precedenti di polizia per reati contro il patrimonio. I  militari, durante un controllo vicino a un istituto di credito, hanno notato il giovane intento ad effettuare operazioni allo sportello automatico. Alla vista dei carabinieri, si è dato inspiegabilmente alla fuga attraversando pericolosamente la strada statale, nonostante l'intenso traffico e l'ora buia.

I militari hanno raggiunto e controllato il fuggitivo che, a seguito di perquisizione personale, è stato trovato in possesso di un libretto postale elettronico intestato a una signora di Arce e alcune banconote di vario taglio. Anche il materiale trovato a terra, di cui si era disfatto durante la fuga, consistente in una carta bancomat e un postepay, erano intestate alla stessa persona, risultata dai successivi accertamenti vittima di furto per il quale aveva sporto denuncia poco prima al comando carabinieri di Arce. Al termine degli accertamenti, il giovane è arrestato e trattenuto presso le camere di sicurezza del comando provinciale carabinieri di Frosinone. Nell'udienza, tenutasi ieri pomeriggio, il gip del tribunale di Frosinone, ha convalidato l'arresto operato dai militari.