Ha aggredito il cameriere di un locale di largo Santa Caterina con un coltello. L'ha colpito al braccio, procurandogli una ferita guaribile in una settimana. È accaduto l'altra sera davanti agli occhi sbalorditi di numerosi giovani presenti dentro e fuori il locale. Protagonista dell'aggressione una ragazza di 18 anni che, appena giunta sul posto, è stata notata per il suo stato confusionale.

Si è avvicinata al giovane cameriere che in quel momento stava servendo ai tavoli e l'ha colpito al braccio con una lama di piccole dimensioni.
Immediatamente sono stati contattati i soccorritori del 118 e i carabinieri di Colleferro. Gli operatori sanitari e i militari dell'Arma si sono precipitati sul posto, i primi hanno soccorso il malcapitato cameriere mentre i secondi hanno fermato e identificato l'autrice dell'aggressione. Secondo alcune testimonianze, si tratterebbe di una giovane che già in passato avrebbe dato segni di instabilità psichica.

Il sindaco Pierluigi Sanna ha espresso la solidarietà dell'amministrazione comunale al cameriere ferito.
Inizialmente per la ragazza è scattata l'accusa di tentato omicidio, poi derubricata in lesioni volontarie aggravate dall'uso del coltello. È difesa dall'avvocato Massimiliano Pica che domani l'assisterà nell'udienza di convalida.