Lavori in corso nel parcheggio del cimitero per quella che viene definita "la svolta green della città", ovvero un percorso "verso una mobilità sempre più sostenibile ed integrata".
Così nei giorni scorsi il sindaco Luca Di Stefano aveva annunciato l'avvio del cantiere in questione. Ora gli operai sono al lavoro per installare una nuova stazione di ricarica ultra veloce (High power charger - Hpc) per motori elettrici.

«Con questo intervento prende il via l'ampliamento della rete di infrastrutture di ricarica pubblica destinata ai veicoli elettrici e plug-in - ha detto il sindaco - La stazione sorgerà nel parcheggio antistante il cimitero. Un'area di proprietà comunale, collocata in una posizione strategica che consentirà un reale potenziamento della mobilità sostenibile. L'installazione, a totale investimento Enel, sarà curata in ogni suo aspetto da "Ewiva srl", società paritetica tra "Enel X" (business line del Gruppo Enel dedicata alle soluzioni avanzate) e Volkswagen Group».

Parole euforiche quelle del primo cittadino al quale i sorani ora chiedono anche l'installazione, nella stessa area, anche di un impianto di videosorveglianza, dato che proprio il parcheggio del cimitero comunale è spesso teatro di furti. Di pochi giorni fa la notizia della rottura del finestrino di un'auto parcheggiata nel piazzale e il furto di una borsa. Episodi che vanno combattuti e quindi il sindaco dovrà appuntare sulla sua agenda anche la risoluzione di questo problema, insieme agli uffici comunali e alle forze dell'ordine, per porre un freno all'ondata di furti che si verificano nel parcheggio del cimitero.

Intanto si lavora alla stazione di ricarica: «L'investimento deliberato in giunta ha un alto contenuto tecnologico che prevede l'approvvigionamento energetico esclusivamente da energia rinnovabile - spiega Di Stefano - La mobilità elettrica presenta grandi potenzialità in termini di riduzione locale dell'inquinamento sia atmosferico sia acustico e offre la possibilità di numerose applicazioni a livello urbano».