La "Marini e Darida - Scavi e Trasporti" di Nepi (Viterbo) è la ditta individuata per la realizzazione del parcheggio interscambio di piazza Salvo D'Acquisto. La proposta di aggiudicazione è scaturita all'esito della procedura negoziata indetta dal dirigente Marlen Frezza del settore ambiente e mobilità coordinato dal vice sindaco Antonio Scaccia.

Sul piatto della bilancia ci sono 1,2 milioni di euro. Fanno parte di quei venti del Pnrr, intercettati dalla seconda amministrazione Ottaviani, che servono per realizzare alcune opere strategiche per la città. Tra queste rientra, appunto, il realizzando parcheggio di interscambio a raso di piazza Salvo D'Acquisto che sarà, una volta ultimato dall'amministrazione Mastrangeli, a servizio del sistema pubblico di mobilità sostenibile.

Tramite opere di demolizione e rimozione della pavimentazione esistente in asfalto sarà realizzata una nuova pavimentazione drenante adibita a parcheggio interscambio e saranno altresì installati elementi di arredo urbano e nuove alberature. Sarà adeguata tutta la viabilità pedonale prospicente l'area attraverso la realizzazione di nuovi marciapiedi e con l'adeguamento degli esistenti. È prevista inoltre la realizzazione di un nuovo sistema integrato intelligente di illuminazione, videosorveglianza e wi-fi. A servizio del parcheggio saranno inoltre installate colonnine di ricarica elettriche, stazioni di bike e monopattino sharing al fine di incentivare e potenziare il sistema di mobilità sostenibile della città.

I servizi tecnici di aggiornamento della progettazione, della progettazione esecutiva, della direzione dei lavori e del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dell'intervento sono stati affidati, negli scorsi mesi alla "Endes Engineering" di Trento per una cifra complessiva di 63.338,55 euro comprensiva di Iva e di altri oneri accessori. Lo studio è specializzato in progetti relativi a vari ambiti, dalle opere di mitigazione del rischio idrogeologico ai lavori stradali e ferroviari, dalla consulenza e progettazione di piste ciclabili ai progetti di ingegneria idraulica, dal rifacimento acquedotti all'adeguamento delle reti fognarie.

Nel curriculum figurano, ad esempio, i lavori di consolidamento di un masso di ingente volume posto all'uscita in cresta della via ferrata "dei Colodri" e di alcuni ammassi rocciosi posti a sud della via ferrata; interventi di rifacimento su cinque ponti nell'abitato di Mezzana (Trento), adeguando gli attraversamenti alle esigenze di traffico, privilegiando soluzioni esteticamente valide; il percorso ciclopedonale di collegamento tra la Riva del Garda – Varone – Arco e il Rione Degasperi; il collegamento ciclopedonale Primiero – Fonzaso; la sistemazione idraulica del torrente Albola a Riva del Garda e molto altro.

L'intervento che sarà realizzato su piazza Salvo D'Acquisto si pone anche come una sorta di cerniera tra la zona commerciale di via Aldo Moro e dintorni e le altre zone limitrofe, consentendo agli utenti di potersi riappropriare di alcuni spazi urbani oggi ancora fruiti in maniera disorganica e certamente non efficace ed efficiente. Una maniera, quindi, per riqualificare una parte importante della zona bassa del capoluogo.

In più servirà per sviluppare la vocazione alla mobilità sostenibile che è diventata la mission principale dell'amministrazione del sindaco Riccardo Mastrangeli finalizzata a centrare molteplici obiettivi tra cui il miglioramento della qualità dell'aria e certamente una migliore vivibilità degli spazi urbani.
Secondo la scheda di progetto, una volta consegnati i lavori, gli interventi devono essere completati dalla ditta appaltatrice entro 150 giorni naturali e consecutivi.