Sembra una vicenda fotocopia di quella portata alla luce qualche giorno fa dai carabinieri della stazione cittadina.
Riguarda ancora di armi e munizioni, che questa volta un 68enne residente in città avrebbe detenuto illegalmente ma con una variante rispetto all'episodio appena citato: l'uomo avrebbe acquistato alcune pistole di cui però non sarebbe stata trovata traccia. La singolare scoperta è stata fatta dai militari al comando del luogotenente Fabio Laurentini durante un controllo, a cui è seguita una perquisizione nell'abitazione del 68enne.

Al termine dell'ispezione, l'uomo è stato deferito al Gip della Procura di Frosinone per omessa custodia e omessa denuncia di armi e munizioni, oltre che per detenzione abusiva di munizioni. Secondo quanto è emerso dalle indagini dei carabinieri il 68enne, che possedeva regolarmente alcune armi, aveva acquistato di recente due pistole e centinaia di munizioni, senza mai denunciarle alle autorità competenti. Nel corso della perquisizione in casa, il proprietario non avrebbe saputo fornire spiegazioni convincenti sul posto in cui avrebbe custodito le pistole, tanto da sostenere che non si trovavano all'interno della sua abitazione.

La versione fornita dall'uomo non è stata ritenuta attendibile dai militari, che quindi hanno avviato la perquisizione. Durante il controllo, sono state rinvenute nascoste all'interno di uno zaino, nella stanza da letto, soltanto alcune munizioni. Nessuna pistola, invece, è venuta fuori dall'ispezione. I proiettili sono stati sequestrati insieme a un fucile semi-automatico, legalmente detenuto, e al porto d'armi del 68enne.
Le analogie con l'operazione effettuata dall'Arma qualche giorno fa non finiscono qui. Infatti, sempre nella casa dell'uomo, i carabinieri hanno trovato anche droga. Nella stanza del figlio ventiquattrenne è stato sequestrato un pezzo di hashish. Il giovane, che non era presente nell'abitazione durante i controlli, è stato segnalato al prefetto di Frosinone quale assuntore di sostanze stupefacenti.