Un giorno in meno di raccolta differenziata a partire dal prossimo primo ottobre. Sulla novità annunciata dalla società municipalizzata che gestisce il servizio rifiuti interviene l'ex sindaco Roberto De Donatis.
«Le dichiarazioni del presidente della società Ambiente e salute Srl, che meriterebbero ben altri confronti nelle sedi deputate per chiarire, atti alla mano, la situazione del bilancio della società, altro non sono che un tentativo di rifugiarsi dietro un "generico aumento dei costi".

Credo che oggi sia quasi totalmente assente la necessaria azione dell'opposizione quale baluardo di controllo - aggiunge De Donatis - È preoccupante sbandierare il motto "Sora città pulita" e modificare in modo così drastico il servizio con conseguenze catastrofiche, non solo sulla qualità della vita dei cittadini sorani, ma soprattutto non tenendo in considerazione che in questo modo diminuirà la percentuale di raccolta differenziata che con la mia amministrazione aveva oltrepassato la soglia virtuosa del 65%. E se diminuisce quella percentuale - conclude l'ex sindaco - aumentano di conseguenza le tariffe a carico dei i cittadini sorani».