Un accorato appello ai cittadini affinché evitino le ronde autonome che, spesso, sono armate. Il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo questa mattina ha incontrato i vertici della compagnia dei carabinieri della città fluviale, una riunione convocata a seguito dell'escalation di furti messi a segno nel corso delle ultime ore. Al termine dell'incontro ha voluto lanciare un appello a tutta la cittadinanza affinché evitino di organizzarsi in ronde autonome, spesso armate, che rischiano di avere conseguenze tragiche.

Il primo cittadino è categorico nel suo videomessaggio: «Comunicate con le forze dell'ordine, lanciamo subito le segnalazioni. Meglio una segnalazione errata piuttosto che piangere delle persone, perché prima o poi ci scapperà l'incidente e ci scapperà il morto». Per questo motivo il sindaco Rotondo si rivolge a tutta la popolazione: «Invito tutti a lasciare alle forze dell'ordine le indagini e il lavoro che loro devono svolgere. Crediamo nella giustizia, crediamo in quegli uomini e in quelle donne che portano la divisa e svolgono il loro lavoro. Chiedo di collaborare e di non intralciare il lavoro delle forze dell'ordine. Sono sicuro che queste bande saranno assicurate alla giustizia».