Tutto pronto per l'esordio di Frosinone nel palcoscenico mondiale della Serie A. Sicurezza, decoro, accoglienza: sono queste le direttrici dell'amministrazione Mastrangeli nell'attuare gli interventi di propria competenza rispetto all'atteso ritorno dei giallazzurri nella massima serie calcistica. Anche tramite il potenziamento della videosorveglianza per monitorare la zona dello stadio comunale "Benito Stirpe" che, sabato, vedrà i giallazzurri ospitare il Napoli.

«L'amministrazione e la città intera di Frosinone sono impazienti e orgogliose di inaugurare un'altra stagione nella massima serie supportando i colori giallazzurri - ha dichiarato il sindaco Riccardo Mastrangeli - In questa nuova, emozionante avventura, il Comune sta facendo e continuerà a fare quanto, nell'ambito delle proprie competenze, possa garantire ai tifosi, ai cittadini, alla società, agli operatori, un'esperienza da vivere nel migliore dei modi, secondo elevati standard di sicurezza, decoro e accoglienza, anche mediante l'implementazione del sistema di sorveglianza, in costante sinergia con gli organi preposti e mettendo in atto le indicazioni in materia di sicurezza ed ordine pubblico da parte della Questura di Frosinone».

«L'installazione di ulteriori telecamere nell'area di pertinenza dell'impianto sportivo, a implementazione del vasto sistema di videosorveglianza che copre l'intero capoluogo - ha dichiarato l'assessore all'innovazione tecnologica e smart city, Alessandra Sardellitti - è stata seguita, come sempre con grande professionalità e competenza, dall'ufficio Ced, di cui è responsabile l'ingegner Sandro Ricci. Il personale comunale ha lavorato alacremente e ininterrottamente, tra installazioni stradali e configurazioni da remoto, a partire dalle precise indicazioni fornite dalla Questura, dalla fine di luglio, affinché i dispositivi fossero in azione già dal match di Coppa Italia con il Pisa.

Il Ced del comune di Frosinone, infatti, si è messo a totale disposizione permettendo di raggiungere così, attraverso un lavoro enorme, tutti gli obiettivi prefissati. Il percorso dei supporter nello stadio "Stirpe" sarà, dunque, completamente monitorato tramite telecamere.
Questo per garantire la loro e la nostra sicurezza oltre che per dotare le forze dell'ordine di uno strumento efficace ed efficiente».

La videosorveglianza installata in zona stadio e dintorni comprende, in totale, 60 dispositivi, di cui 24 di recente posizionamento. Sono 11 le antenne, 4 le antenne settoriali; 2 i network video Recorder presso la sala Gos (Stadio). Proprio presso la sala Gos, per mezzo dei 4 monitor presenti (2 da 40" a muro e 2 da 27" in replica sulla postazione di controllo dedicata in Questura) è possibile la visione in diretta di tutte le telecamere menzionate. Dodici Network Video Recorder registrano H24 tutte le telecamere installate.