Devozione, cura, pietas e preghiera. La comunità torriciana è pronta a mettersi in cammino verso il Santuario della Santissima Trinità di Vallepietra. Un pellegrinaggio lento, mosso dalla fede che partirà da Torrice, dalla Chiesa di San Pietro Apostolo dopo la benedizione del Parroco Don Dante, oggi alle ore 18.30 accompagnati fino alle porte della città dal Sindaco Alfonso Santangeli e dai cittadini per giungere al sacro santuario nella giornata di martedì primo agosto.

I fedeli pernotteranno in loco e ripartiranno alla volta di Torrice, in autobus, mercoledì 2 agosto. Nelle lunghe ore in marcia lo stendardo simbolo della Compagnia di Torrice detterà il passo, accolto dalle mani devote di chiunque vorrà. Per gli altri pugni saldi sui bastoni, fedeli alleati del cammino, sui quali è impresso il simbolo della Santissima Trinità a ricordare lo scopo di ogni passo.

Una consuetudine viva da decenni, che arriva nel 2023 alla 30esima edizione. Per la ricorrenza, è stata realizzata una bandana che renderà riconoscibili i pellegrini. Un cammino che nemmeno il Covid ha interrotto, perché la colonna devota da Torrice è stata l'unica che non ha mai mancato di camminare verso la Santissima Trinità.

Il cammino farà una prima tappa ad Alatri per un pausa per poi dirigersi alla volta di Guarcino dove i partecipanti, muniti di sacchi a pelo, saranno ospitati dal comune nei locali della Pro Loco. Lunedì partenza in direzione Arcinazzo dove i pellegrini avranno modo di riposarsi e ristorarsi fino alle prime ore della notte pronti a mettersi ancora in marcia verso Vallepietra. Il Santuario sarà raggiunto il giorno seguente, tra sentieri di montagne e strada principale si guadagnerà l'arrivo.
Franco Bottoni, in prima linea nel tenere in piedi questa tradizione, partecipando da 27 anni e organizzandola da 15, ha rivolto un ringraziamento a quanti hanno contribuito fattivamente all'organizzazione, una sfida che si rinnova ad ogni appuntamento.

"Per la nostra comunità, il pellegrinaggio è un momento importante che custodiamo con cura. Per questo un grazie di cuore va a Simone Bottoni, Andrea Ferrara, Daniele Palmieri, Petrocchi Leonardo e Raffaele Ferrara impegnati nella buona riuscita del cammino, dalle fasi iniziali a quelle di svolgimento. È un momento che sentiamo molto, cui dedichiamo tempo, impegno e preghiera. Sono tre giorni straordinari in attraverso cui un intero paese riscopre il senso di comunione, si abbattono distanze, si ritrova il contatto umano lontano dalle barriere sociali e social. Un gruppo che cambia costantemente, nel nome della preghiera e della condivisione". L'attesa del riposo, acqua regalata dalle fonti dislocate lungo il percorso e preghiera come forza d'animo: il pellegrinaggio verso Vallepietra è una riscoperta di sé e della fede corale