Una tragedia che ha creato sgomento e tante polemiche, un caso approdato anche in consiglio comunale e che avrà strascichi di tipo giudiziario.
A pochi giorni dalla morte di suo padre Vincenzo, parla Andrea D'Ambrosio, uno dei due figli del sessantaduenne che domenica sera è stato colto da un malore mentre si trovava in piazza Indipendenza. Andrea, poco più che trentenne, straziato dal dolore per l'improvvisa perdita del padre, racconta cos'è accaduto quella sera: la paura per l'arresto cardiaco, la speranza che il cuore di Vincenzo tornasse a battere, la corsa in ospedale, poi il decesso e la disperazione.

«Mio padre si era intrattenuto con alcuni familiari a Sora per vedere la sfilata in piazza, era seduto a un tavolo sotto il palco quando ha accusato un malore - racconta Andrea D'Ambrosio - I parenti che erano lì mi hanno chiamato. Noi siamo di Balsorano e, rimanendo in costante contatto telefonico con loro, sono corso in piazza Indipendenza a Sora. Ho trovato mio padre dentro l'ambulanza, che mi è stato riferito era arrivata dall'ospedale solo poco prima. Mio padre è rimasto agonizzante per più di un quarto d'ora e nessun operatore sanitario l'ha soccorso».

Da qui la rabbia che si unisce al dolore: «Non è possibile accettare tanta approssimazione. Forse mio padre poteva essere salvato se sul posto ci fosse stata un'ambulanza o un defibrillatore. Invece non c'era niente. Sono sconcertato, come pure mio fratello che quella sera si trovava all'estero. Lo ripeto: nostro padre è rimasto agonizzante per molto tempo, senza alcun intervento».

Andrea e suo fratello non si rassegnano, vogliono andare fino in fondo alla vicenda, vogliono capire se loro padre poteva essere salvato. E se sì perché non è stato fatto. «Ringrazio le persone che erano lì quella sera e che mi hanno inviato messaggi di vicinanza e sostegno a me e a tutta la famiglia - continua Andrea - Con l'ambulanza sul posto poteva andare diversamente? Noi non possiamo rispondere a questa domanda, ma chiedere spiegazioni sì, ed è quello che faremo. Stiamo valutando di sporgere denuncia perché quello che è successo non deve più accadere. Nel nostro piccolo paese quando ci sono degli eventi c'è sempre anche l'ambulanza sul posto. Ho un'associazione e so come funzionano i piani sicurezza e cosa si deve garantite quando si organizzano eventi».