Dopo l'avvio della procedura di caratterizzazione per la bonifica dell'ex stabilimento Annunziata, divenuto da oltre due decenni un eco-mostro al centro della città, lunedì prossimo parte un altro importantissimo procedimento ambientale. Riguarda i lavori previsti dall'Accordo quadro per il lotto 6, Servizio per la caratterizzazione e messa in sicurezza d'emergenza, dell'ex polverificio Snia-Bpd a Bosco Faito, compreso nel "Sin Bacino del Fiume Sacco". Dopodomani, quindi, è prevista la prima verifica dello stato dei luoghi. In proposito, la Direzione regionale ciclo dei rifiuti - Area bonifica siti inquinati, ha inviato al Comune una lettera con la quale chiede all'Amministrazione di Palazzo Antonelli un'ordinanza per l'accesso all'ex fabbrica di propellenti.

Nel documento, l'organo regionale sottolinea l'esigenza di poter entrare agevolmente nel sito dismesso per effettuare il sopralluogo. A tale scopo, il provvedimento comunale dovrà dare disposizioni al curatore fallimentare dell'attuale proprietà dell'ex Snia-Bpd, affinché garantisca l'accesso ai tecnici della Regione e ai responsabili della ditta incaricata di risanare gli edifici fatiscenti. L'atteso sopralluogo è fissato per le 10 del mattino. L'ordinanza, già emessa dal responsabile del Terzo Settore lo scorso 17 luglio, prescrive tra l'altro che «gli accessi al sito dovranno essere garantiti per tutta l'esecuzione del servizio in oggetto». E che, nei confronti dei trasgressori, «verrà applicata la sanzione pecuniaria prevista dalla normativa vigente».

Inoltre, il testo specifica che contro il provvedimento «è ammesso, nel termine di 30 giorni dalla pubblicazione all'albo pretorio, ricorso al Ministro dei Lavori pubblici (Dpr 24 novembre 1971 n° 1199); oppure, in via alternativa, ricorso al Tar del Lazio nel termine di 60 giorni dalla suddetta pubblicazione». Dunque, sta per essere compiuto un altro passo fondamentale per il risanamento del territorio ceccanese e in particolare del monumento naturale di Bosco Faito. Non resta che attendere l'esito, si spera positivo, del primo sopralluogo all'interno dell'ex Snia-Bpd.