Atti vandalici nel cuore del centro storico: distrutti i vasi di fiori lungo la passeggiata di via Riviera Liri. I soliti ignoti, nella notte fra venerdì e sabato scorsi, hanno rotto i vasi in cui sono state messe a dimora piantine stagionali, che erano stati sistemati lungo il parapetto della passeggiata sul Liri. Non si tratta del primo gesto del genere registrato in centro. Infatti, qualche settimana fa, analoghi episodi sono stati segnalati in via Principe Amedeo, tra l'altro non una sola volta, a danno dei vasi sistemati da privati e commercianti lungo la strada.

Purtroppo, l'area non è video-sorvegliata. per cui non è stato possibile risalire all'identità dei vandali. Non si tratterebbe però degli unici gesti incontrollati che si sono verificati nel centro storico dove sembra che nella tarda serata dei weekend, a partire dalla notte del venerdì, avvengano anche lanci di bottiglie che, in alcuni casi, raggiungono i balconi degli appartamenti ubicati nel quartiere antico. Riguardo ai tre vasi di via Riviera Liri, pare siano stati rotti a calci nelle primissime ore di sabato mattina, quindi al termine di una "notte brava", da concludere con un assurdo atto vandalico. Ragazzate, bravate, è difficile definire simili gesti che compromettono il decoro e arrecano danni a tutta la comunità.

Menti poco lucide potrebbero entrare in azione a una certa ora seminando distruzione. Sicuramente, in questi e in altri casi non si tratta di danni ingenti, ma di atti assurdi che esprimono inciviltà e mancanza di rispetto per il proprio paese. «Sono senza parole - commenta il consigliere Dino Fortuna - Puntualmente nei fine settima si registrano atti vandalici ai danni degli arredi urbani. Gesti incivili e inaccettabili, che appaiono come lo sfogo di individui che non conoscono rispetto ed educazione. Condanno duramente quanto è accaduto venerdì scorso e gli analoghi gesti che danneggiano la nostra Ceprano, anche a livello di immagine. Mi auguro che si possa risalire presto all'identità dei vandali. Intanto - conclude Fortuna - noi abbiamo deciso di presentare una denuncia contro ignoti».