«Vittorio, Arpino ti aspetta». «È una svolta storica per il nostro paese». «Sono felicissimo, sicuramente Arpino ne gioverà». «Era una vittoria annunicata». Il neo sindaco Vittorio Sgarbi ha postato sul suo canale social un video che ha dato voce agli elettori. Parole di gioia e volti soddisfatti che hanno fatto da contorno alla grande festa di lunedì sera dopo l'elezione del sottosegretario alla cultura e il trionfo della sua lista "Rinascimento per Arpino" (2.023 voti, pari al 44,39%).

«La vittoria ad Arpino - ha dichiarato il neo sindaco Sgarbi all'Ansa - è la conferma delle capitali della cultura che vivono nel ricordo presente dei grandi scrittori e artisti poeti. Intorno a Cicerone, nato ad Arpino, la città ha creato il "Certamen" che coinvolge concretamente centinaia di studenti e studiosi nella traduzione dei classici del grande scrittore latino. È una vera espressione di cultura condivisa della lingua che ha generato le principali lingue moderne. Nessun dubbio che nessuna città abbia una reale e costante identità di capitale europea della cultura più di ogni altra città italiana e nel nome dello studio e della conoscenza».

La squadra di governo dell'amministrazione guidata da Vittorio Sgarbi è composta dai consiglieri di maggioranza Massimo Sera (vicesindaco designato), Bruno Biancale, Maria Rosaria Manuel, Giuseppe Fortuna, Stefania Quadrini, Michela Reale, Mauro Visca ed Elvira Pozzuoli. All'opposizione Andrea Chietini, Niccolò Casinelli, Gianluca Quadrini e Lara Capuano.
È stato lo stesso Sera ad assicurare che tutti i candidati della lista, anche i non eletti, «non saranno lasciati soli e fuori dal nostro progetto politico vincente».

Parole di stima sono state espresse dal nuovo primo cittadino arpinate nei confronti del suo predecessore Renato Rea. Finito anche il mandato dell'ufficio di staff di Rea che ha svolto il proprio lavoro in questi anni a titolo gratuito. Tra i membri dello staff anche Domenico Imbriglio e Gianluca Gabriele.
"Il sindaco Renato Rea ha svolto i suoi mandati come protagonista assoluto, uomo integerrimo e di spessore umano senza eguali, lo ringraziamo per la fiducia accordataci in questi anni - hanno scritto Imbriglio e Gabriele in una nota congiunta - Un ringraziamento va anche all'amministrazione tutta e ai dipendenti del Comune con cui si è istaurata una proficua collaborazione".