Il Nas di Latina ha ispezionato 28 strutture complessive, nelle provincie di Frosinone e Latina, adibite a canili e gattili rifugio, canili e gattili sanitari, allevamenti, addestramento e pensioni per cani e gatti. In Ciociaria sono state 16 le ispezioni presso gattili rifugio, canili e gattili sanitari, allevamenti, addestramento e pensioni per cani e gatti. Tra queste sei sono risultate non conformi per irregolarità circa la posizione autorizzativa/organizzativa o inadeguatezze strutturali. Per altre sei attività, invece, sono state avanzate proposte di sospensione attività per mancanza di autorizzazione all'attivazione e ripristino delle condizioni organizzative, gestionali e strutturali. Contestate complessivamente contravvenzioni amministrative per un importo di circa 8.500 euro.

Nel pontino sono state ispezionate 12 strutture adibite a canili e gattili rifugio, canili e gattili sanitari, allevamenti, addestramento e pensioni per cani e gatti. Tre di queste sono risultate non conformi per irregolarità circa la posizione autorizzativa/organizzativa o inadeguatezze strutturali. Sono state inoltre avanzate 2 proposte di sospensione dell'attività per il ripristino delle condizioni organizzative, gestionali e strutturali. Una struttura, rifugio per cani, con quarantotto esemplari di varia razza è stata sottoposta a sequestro amministrativo per mancanza di autorizzazione all'attivazione, gravi carenze strutturali/organizzative, carenti condizioni igienico-sanitarie e violazione degli obblighi di registrazione dei cani in anagrafe canina. Valore complessivo dei cani e della struttura sequestrata di circa 200.000 euro. Contestate contravvenzioni amministrative per un importo complessivo di circa 9.500 euro.