Si era fermato in una piazzola, a Monte San Giovanni Campano. Quando è risalito in auto è stato avvicinato da una sua vecchia conoscenza, un ex amico. Quest'ultimo lo avrebbe aggredito colpendolo sul volto. Lui, un ristoratore di quarantotto anni residente a Boville Ernica, ha dovuto fare ricorso alle cure dei medici per le diverse fratture e le ferite riportate soprattutto sul viso. La prognosi è di venti giorni. Quanto accaduto è stato segnalato dalla stessa vittima del pestaggio che, avvalendosi del suo legale, l'avvocato Luigi Tozzi, ieri ha presentato querela ai carabinieri. L'episodio denunciato si sarebbe verificato venerdì scorso.

Le indagini
I militari hanno avviato subito le indagini per chiarire l'accaduto su cui vige il massimo riserbo. Da chiarire anche le cause della brutale aggressione denunciata dal bovillense. Sembrerebbe che i due un tempo fossero amici, poi alcuni diverbi e la fine della loro amicizia. L'altro ieri l'aggressione in strada denunciata dal ristoratore.

La ricostruzione
La vicenda sarebbe accaduta in territorio di Monte San Giovanni Campano, in una piazzola di sosta. Il quarantottenne era appena risalito in macchina quando sarebbe arrivato il suo ex amico a bordo di un altro mezzo. Quest'ultimo si sarebbe scagliato contro il ristoratore, colpendolo più volte sul volto. Il bovillense ha dovuto ricorrere alle cure dei medici nell'ospedale di Frosinone per le ferite e le fratture riportate a seguito del pestaggio. Come detto, la prognosi per lui è di venti giorni. Saranno gli accertamenti dei militari dell'Arma a chiarire cosa sia accaduto e perché. In molti hanno espresso solidarietà al ristoratore aggredito.