Eseguita ieri l'autopsia per fugare ogni dubbio sulla morte di Serafina Testa, 94 anni di Patrica.
La donna è morta domenica mattina in una clinica di Cassino dove era giunta dall'ospedale di Frosinone. Lì, durante un periodo trascorso al pronto soccorso, così come denunciato dal figlio, la donna si sarebbe ferita alla testa. Da qui una prima denuncia per lesioni gravissime e, dopo l'avvenuto decesso, una seconda denuncia per omicidio colposo. La procura di Cassino ha così aperto un procedimento, per ora, contro ignoti.
Ieri il sostituto procuratore di Cassino Maria Beatrice Siravo ha incaricato dell'autopsia il medico legale Fabio De Giorgio. La famiglia dell'anziana, rappresentata dagli avvocati Fiorella Testani e Antonio Di Sotto, ha invece incaricato come consulente di parte il dottor Renato Mattei.

L'autopsia dovrà chiarire le cause del decesso della donna che dal 21 dicembre al 2 gennaio era stata ricoverata all'ospedale Spaziani di Frosinone e successivamente in una clinica di Cassino dove è deceduta domenica mattina. Il consulente dovrà verificare quindi il comportamento dei sanitari che hanno avuto in cura la donna e se possano evidenziarsi profili di responsabilità professionale che abbiano avuto un nesso con il decesso. E , in modo particolare, se sono state osservate le linee guida. La donna, con problemi alla vista e all'udito (nella denuncia la famiglia ha segnalato la sparizione dell'apparecchio acustico e l'impossibilità della stessa a muoversi), era giunta all'ospedale di Frosinone da un'altra clinica dove stava svolgendo la riabilitazione a seguito di una frattura del femore.

Nel corso del soggiorno a Frosinone, come riferito dal figlio nella querela, la donna avrebbe riportato una ferita alla testa. Una grossa ferita poi suturata, come riportato nella denuncia con tanto di foto allegate. Proprio per vederci chiaro su quanto capitato alla donna, l'uomo si era recato al pronto soccorso di Frosinone dove aveva scoperto che la madre, nel frattempo, era stata trasferita a Cassino, in clinica. Lì, a distanza di qualche giorno, la donna è deceduta. Ufficialmente per arresto cardiocircolatorio.
A quel punto è scattata la denuncia dei familiari di Serafina Testa che hanno chiesto tutti gli accertamenti necessari a capire cosa è accaduto alla donna, perché si è ferita (e dove) e quale sia stata la causa che l'ha portata alla morte.