Arrestato dopo trent'anni di latitanza con un blitz nella clinica a Palermo, l'ormai ex superlatitante Matteo Messina Denaro, trasferito in una località segreta. Denaro, secondo fonti accreditate, faceva periodicamente controlli in quella struttura, che la scorsa notte durante il blitz del Ros era stata messa in sicurezza con diverse decine di uomini per tutelare tutti gli altri pazienti. Ros guidati dal comandante Pasquale Angelosanto, di Sant'Elia Fiumerapido e fratello del sindaco. "Denaro si era recato nella clinica privata dove è stato arrestato "per sottoporsi a terapie" spiega proprio il comandante del Ros dei carabinieri Pasquale Angelosanto dopo l'arresto del boss compiuto dagli uomini del raggruppamento speciale assieme a quelli del Gis e dei comandi territoriali.