In Consiglio torna la questione dell'abbandono dei rifiuti. E scatena il dibattito in aula. Un fenomeno che purtroppo è molto diffuso in città. Troppi i casi di inciviltà che richiedono un'attenzione maggiore. Ieri, durante il question time, diversi consiglieri sono interventi per sapere a che punto fosse l'installazione delle foto-trappole. L'interrogazione è stata sollevata dal consigliere del Partito democratico Angelo Pizzutelli. Il Comune aveva annunciato, tempo fa, la volontà di voler installare foto-trappole in modo da poter multare e riconoscere i colpevoli. Ma ad oggi ancora non risultano installate.

«È un sistema che potrebbe portare a ridurre sicuramente il fenomeno – ha risposto l'assessore alla polizia municipale Mariarosaria Rotondi – Adesso si dovrà predisporre un piano». Il comandante della polizia locale, Donato Mauro, ha parlato di un piano in corso per individuare le postazioni dove posizionare le telecamere in diversi punti strategici del territorio. Nel corso del dibattito sono stati chiesti chiarimenti, ripetuti, anche da parte del presidente del Consiglio comunale Massimiliano Tagliaferri.

Risposte che sono arrivate dal comandante Mauro. «Ci sono degli adempimenti preliminari da rispettare prima di poter utilizzare queste apparecchiature – ha aggiunto Mauro – Abbiamo già fatto la valutazione di impatto sulla privacy, adesso mancano degli elementi tecnici per poterle completare». Quindi le foto trappole ci sono, sono state acquistate dal Comune ma non possono essere ancora posizionate perché manca la valutazione. L'anno scorso sono stati elevati 177 verbali di violazione amministrativa. Soprattutto nel centro storico, ha fatto notare l'assessore Rossella Testa.

Sicuramente le foto-trappole possono dare un grosso aiuto «ma non sono uno strumento che può risolve il problema», ha spiegato il comandante. Poi il consigliere Mauro Vicano ha proposto di nominare dei commissari all'ambiente per poter dare una mano nel settore e implementare il servizio. Centrale anche la questione dei debiti fuori bilancio. Il consigliere d'opposizione Domenico Marzi ha ripercorso le sentenze relative a Geaf e alla Delta Lavori.

L'assessore Adriano Piacentini ha ricordato che il Comune si è già attivato provvedendo alla copertura dei debiti. In chiusura il sindaco Riccardo Mastrangeli ha annunciato che il progetto del bike sharing è pronto a partire ed è stato finanziato. Nessun problema quindi per il bando di gara andato deserto nei giorni scorsi. Sarà rimodulato in maniera diversa ma sempre con le medesime possibilità.