Nuove regole per il servizio di raccolta differenziata a Pontecorvo. Il sindaco Anselmo Rotondo ha emesso nella giornata di ieri la propria ordinanza con cui disciplina, nel dettaglio, tutte le modalità del servizio di raccolta attiva sull'intero territorio comunale.
La fase di avvio, come specifica il primo cittadino, ha permesso di registrare «significativi valori in termini di percentuale di raccolta differenziata e di qualità dei rifiuti conferiti». A questo punto arrivano le prescrizioni e le regole che devono essere seguite.
Disposizioni che riguardano sia le utenze domestiche, quindi di tutti i cittadini, che quelle "non domestiche" ovvero dedicate alle attività commerciali.

I divieti
Secondo quanto stabilito nella nuova ordinanza è assolutamente vietato conferire i rifiuti «in maniera non differenziata, ponendo massima attenzione a non conferire rifiuti riciclabili all'interno del sacco dell'indifferenziato». Vietato, inoltre, utilizzare buste o sacchi neri o scuri oppure depositare i sacchetti nei secchi presenti lungo le strade e dedicati esclusivamente ai "rifiuti del passeggio". Inoltre il deposito dei rifiuti deve avvenire con «sacchi semitrasparenti, ove previsto dalla specifica modalità di raccolta, ben legati e chiusi e trasportati senza essere trascinati al fine di evitare macchie antiestetiche e maleodoranti sul terreno». Vietato anche conferire rifiuti nei cassonetti non preposti e fuori dall'orario stabilito.
Proprio sugli orari c'è la maggiore novità. Le utenze domestiche potranno conferire vetro, plastica/barattolame, carta/cartone e indifferenziato/pannolini dal lunedì e fino alle ore 8 del sabato. Assolutamente vietato conferire questa tipologia di rifiuti il sabato dopo le 8, la domenica e nei giorni festivi. Invece potrà essere sempre conferito, senza limiti di giorni o orari, l'organico.

Le sanzioni
Un'ordinanza che disciplina nel dettaglio come muoversi nel servizio di raccolta differenziata e che annulla ogni altra ordinanza sul tema. La stessa è stata trasmessa anche al comando del corpo della Polizia municipale, della compagnia dei carabinieri di Pontecorvo, alla stazione dei carabinieri forestali di Pontecorvo e all'Azienda speciale multiservizi per i controlli del caso. Previste anche le sanzioni. Le multe che potranno oscillare da un minimo di 50 euro (per errato conferimento o per chi non piega gli imballaggi) a 1.500 euro per chi abbandona rifiuti sul territorio comunale.

Nuove isole
Intanto sono state attivate anche le nuove isole ecologiche. A comunicarlo è stato l'assessore delegato Katiuscia Mulattieri che ha spiegato: «Sono state attivate altre due isole, la numero 67 a piazza Giuseppe Romita e la numero 65 a via Cavalier D'Arpino. Terminata l'apposizione delle ultime isole nel territorio di Pontecorvo e di Sant'Oliva, procederemo a potenziare quelle che presentano criticità, ossia che si riempiono prima e sono maggiormente utilizzate».
L'assessore risponde anche ad alcune polemiche emerse nel corso delle ultime settimane quando alcuni contenitori con isola sono stati lasciati all'interno della rotatoria via San Tommaso d'Aquino, proprio su queste spiega che «nessuna isola verrà posizionata all'interno della rotatoria di via San Tommaso d'Aquino ma in luogo idoneo nelle vicinanze già individuato a seguito di sopralluogo. Ho infine fatto richiesta di pulizia delle isole in generale e dei bidoni nello specifico e presto provvederanno. Ringrazio l'Asm e la Ecofil per il lavoro che stanno portando avanti».