La preoccupazione e la disperazione l'hanno portata a denunciare il figlio. Temendo che potesse perdere ulteriormente il controllo si è rivolta alla polizia.
Lui, un ventiquattrenne, avrebbe maltrattato più volte la madre, una sessantenne, e avrebbe reso la vita impossibile anche agli altri familiari. Ma non si sarebbe fermato qui. Avrebbe diffuso sui social anche immagini a sfondo erotico con amici e colleghi di lavoro. La mamma preoccupata che la situazione potesse degenerare ha cercato di bloccare gli atteggiamenti e comportamenti del figlio, denunciandolo. Il ventiquattrenne, studente universitario, residente a Frosinone, è finito così nei guai. Per la sua difesa si è rivolto all'avvocato Nicola Ottaviani.

La ricostruzione
Prima gli atti persecutori e minacce nei confronti della madre e di altri familiari. Poi le foto hot scattate durante momenti in déshabillé con alcuni amici e pubblicate sui social. La madre venuta a conoscenza dell'accaduto e visti i continui maltrattamenti e atti persecutori, non solo sulla sua persona, ma pure nei confronti di alcuni familiari, ha presentato denuncia agli agenti per chiedere provvedimenti, sperando che in tal modo il figlio possa essere aiutato.

La denuncia
La donna, infatti, teme che il figlio possa perdere ulteriormente il controllo e per evitare il peggio lo ha denunciato. La donna ha sperato fino all'ultimo che il figlio potesse cambiare, che la smettesse di essere violento con lei e la famiglia. Quando ha appreso che il ventiquattrenne aveva pubblicato foto a sfondo erotico con alcuni amici sui social e capendo che la situazione stava degenerando ancora di più, si è fatta coraggio e ha denunciato il figlio. A difendere il ragazzo, come detto, è l'avvocato Nicola Ottaviani.