Un incidente immortalato da decine di foto e video. Ben presto divenuti virali. Le immagini dell'auto "volata" sopra un fioriera di via Aldo Moro, il 23 agosto 2021, avevano fatto il giro della città.
Per giorni non si era parlato di altro, della Bmw 123 "parcheggiata" sulla fioriera di via Moro, al termine di una folle corsa che, solo per un caso fortuito, non ha avuto conseguenze tragiche.

Ieri, per quell'incidente, davanti al giudice monocratico Francesco Mancini si è aperto il processo al guidatore, l'albanese di 26 anni E.H., difeso dall'avvocato Riccardo Masecchia. Il conducente della Bmw era risultato positivo alla cocaina, sulla basi delle analisi effettuate all'ospedale di Frosinone e, successivamente, del test di conferma, di secondo grado, effettuato a Tor Vergata. Sul posto, infatti, subito dopo lo schianto era giunta la polizia locale di Frosinone e un'ambulanza.

E.H. è sotto processo per essersi posto alla guida della Bmw «in stato di alterazione psico-fisica, per aver assunto sostanze stupefacenti o psicotrope, riscontrata mediante accertamenti clinico-tossicologici e strumentali» e aver provocato «un sinistro stradale ricollegabile alla sua condotta».
Alla prossima udienza saranno sentiti i primi testi per valutare in che modo lo stato psicofisico dell'automobilista abbia influito sul sinistro.