Lavori in corso e in fase avanzata in via Porta Maggiore, dove il Comune sta realizzando una massiccia parete muraria in pietra, per arginare i movimenti franosi della scarpata laterale.
Altri cantieri sono attivi in città, una città interessata dall'opera di abbellimento e perfezionamento voluta dall'amministrazione Pompeo.
Purtroppo però sono già fermi i lavori, sembrerebbe per ferie, della rotatoria all'entrata nord sulla Casilina.
Si spera che alla ripresa delle attività si procederà spediti per recuperare il tempo perduto.

Inoltre si stanno realizzando i restanti marciapiedi nel rione Sant'Agata, dove qualche mese fa è stato inaugurato lo slargo intitolato a don Guanella. E poi ci sono altri cantieri, anche se si procede a singhiozzo, molto importanti, dell'ampliamento dei due camposanti (cantiere avviato nel cimitero principale, prossimamente da iniziare in quello a Porciano) e per il dissotterramento dell'intero teatro romano e ciò è davvero suggestivo.
Intanto la giunta comunale ha approvato il progetto definitivo dell'intervento di ristrutturazione dell'edificio ex Onmi in abbandono in via Porta Maggiore: importo dei lavori 1.809.314,04 euro. Il costo totale dell'intervento è interamente finanziato dall'Unione Europea con fondi delle risorse Next Generation per l'attuazione degli interventi del Piano nazionale di ripresa e resilienza, in ambito degli investimenti in progetti di rigenerazione urbana, finalizzati a ridurre situazioni di emarginazione e disagio sociale.

L'opera è inserita nel programma triennale delle opere pubbliche. Chiudiamo con un occhio alla legge 27 dicembre 2019 (160/art 1), che dispone per ciascuno degli anni dal 2021 al 2034 l'assegnazione ai Comuni di contributi, per alcune centinaia di milioni di euro, per investimenti in progetti in rigenerazione urbana, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale.