Una gara da oltre mezzo milione di euro per riqualificare l'immobile ex Eca di via del Cipresso. Sono stati pubblicati, nelle scorse ore, dall'amministrazione Mastrangeli, secondo le indicazioni dell'assessorato ai lavori pubblici coordinato dall'assessore Angelo Retrosi, gli atti dell'appalto per rimettere a nuovo il fabbricato Erp che si chiuderà il 16 gennaio 2023. In base alla scheda di progetto, l'obiettivo è rivolto al miglioramento delle prestazioni energetiche del sistema edificio-impianto andando ad intervenire su diversi punti.

Analizzando lo stato dei luoghi, si è potuto constatare come attualmente siano presenti, sull'edificio, strutture di rifinitura termica di vecchia generazione che, oltre a comportare dispersione del calore, presentano un insufficiente grado di protezione e sicurezza. È quindi prevista la sostituzione, complessivamente, di circa 150 metri quadrati di infissi di vario tipo e misura con l'installazione di nuovi, caratterizzati da una elevata prestazione termica.

I nuovi serramenti saranno, inoltre, dotati di sistemi di protezione contro lo scasso; controllo della rottura del vetro; limitazione dell'eccessiva radiazione solare; corretta illuminazione per evitare la riflessione e l'abbagliamento. In aggiunta alla sostituzione degli infissi, sono previsti interventi di ammodernamento sul terrazzo di copertura del fabbricato principale e dell'autorimessa collettiva, per una superficie complessiva di circa 1.000 metri quadri. L'intervento consisterà nell'isolamento dell'estradosso del solaio e nel miglioramento dell'isolamento tramite materiali a bassa dispersione e trasmittanza termica volto alla creazione di un involucro edilizio più funzionale.

Infine, con lo scopo di ottimizzare e contenere i consumi, verrà dismessa l'attuale caldaia dell'impianto di riscaldamento centralizzato, sostituendola con una, nuova, a condensazione, di ultima generazione, con adeguamento dei radiatori e lavaggio dell'impianto. L'immobile è composto da 12 unità immobiliari, da 5 unità a studio privato e servizi, box di pertinenza e locali tecnici al piano seminterrato oltre alla pertinenza esterna. Ha una forma in pianta assimilabile ad una "V" e lateralmente si trova il parcheggio coperto di proprietà comunale. L'atrio esterno all'immobile, di pertinenza esclusiva dei condomini, è costituito da una porzione asfaltata adibita a parcheggio e da una porzione pavimentata a terrazzo. L'ingresso principale si trova su piazzale Vivoli e un secondo ingresso nella parte pertinenza interna. Il crono-programma prevede 180 giorni per l'esecuzione dei lavori.